Canto l’Albero della Vita di Marco Francini

articolo pubblicato su SIING - The Voice Network

Immagina un albero di media grandezza con radici profonde che entrano nelle terra, forti, spesse, solide e in alto rami lunghi e rigogliosi che spiccano verso il cielo, ecco, questo è uno dei modelli nei quali mi sono trasformato durante le performance vocali all’interno dei luoghi storici e archeologici.


Come nelle Metamorfosi di Ovidio dove tutto cambia in un divenire di figure o come nelle Carte Alchemiche di Giordano Bruno dove le immagini servono a squarciare il tempo attivando continuamente la memoria fra i simboli del passato e gli eventi del futuro.

La voce ci trasporta nello scorrere di un presente costante e permette di connettere la nostra essenza con un “altro” spazio, dentro e fuori di noi. Tutto ciò richiama un antico simbolo potente come “l’Albero della Vita” o albero della conoscenza che nella Cabala ebraica è legato alla formula dell’esistenza e della creazione con il flusso perpetuo dal Divino alla Terra e con il ritorno al Divino.

L’Albero è composto da dieci Sefira (sfere) legate fra loro da ventidue sentieri comunicanti. La parte di sinistra dell’albero rappresenta l’aspetto femminile della creazione e quello di destra la parte maschile. La parola Sefira assume anche altri significati come numero, racconto, pietra, luce e dunque, la voce, non solo produce frequenze sonore che sono numeri, ma racconta la nostra traccia e la nostra storia.

Se volessi indossare “l’Albero della Vita” durante le mie performance, nei luoghi e nello spazio, immaginerei le Sefira come armonici della voce che si compongono miscelando istinto, intuito, conoscenza e consapevolezza.
La combinazione di questi elementi va di pari passo con le forme contrastanti dell’anima controllando e bilanciando continuamente i poli opposti come il bene e il male, la potenza e l’umiltà, la sapienza e l’ignoranza (Giordano Bruno – La Cabala)

“Come in alto così in basso” è uno dei mantra che spesso accompagna il mio percorso vocale durante le performance nei luoghi storici. LEGGI TUTTO

 
 
 
 
 

Marco Francini utilizza cookies tecnici e di profilazione. Alcuni cookies potrebbero già essere attivi. Leggi come poter gestire i ns. cookies: Privacy Policy.
Clicca il pulsante per accettare i ns. cookies. Continuando la navigazione del sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.